Chi sono

Dr. Matteo Marino
matteomarino84@gmail.com
+39 3491974629

Mi presento: sono Matteo Marino, di professione Psicologo e Psicoterapeuta, in missione verso i meandri di una Psiche creativa (e creatrice) ricca di simboli ed immagini colorate che non finiscono mai di affascinarmi, un viaggio verso scenari mozzafiato da scoprire, costruire, riscrivere e rappresentare. Per questo mi piace parlare di creatività!



FORMAZIONE E PERCORSO

La formazione di Psicologo, unita ad una imprescindibile curiosità e passione per la psiche, mi hanno permesso di operare in svariati ambiti, dal settore socio-educativo a quello della disabilità, dalla Psicologia Giuridica alla Psichiatria, dalla Psicologia dello sport alla formazione aziendale, sino alla pura clinica e a settori ancora poco esplorati, ma proprio per questo, degni di una personale indagine ed approfondimento.

La facoltà di Psicologia dell’Università di Firenze, coi suoi insegnamenti in buona parte di approccio cognitivo- comportamentale e in parte costruttivista, mi ha permesso di acquisire uno stampo scientifico della disciplina, permettendo di formarmi solide basi sulle quali impiantare le successive conoscenze di orientamento psico-dinamico. La partecipazione a numerosi seminari e convegni, sia in qualità di uditore che relatore, e il personale lavoro di studio e ricerca in altri campi conoscitivi come quello della Psicoanalisi e della Psicosomatica, hanno ampliato il mio interesse e col tempo si è fatta sempre più forte la convinzione di una psiche dinamica, in continua evoluzione, trasformazione e cambiamento, caratteristiche che mi hanno portato a credere che non dev’essere  il paziente ad adattarsi al metodo dello psicologo bensì lo psicologo a doversi adattare e confrontare con l'individuo specifico che ha di fronte,  portatore di un sistema psichico peculiare e vissuti propri, ma anche e soprattutto di una parte inconscia rilevante che agisce dietro le quinte e che esige attenzione.  
Ho ritenuto così importante ampliare il ventaglio di conoscenze per poter affrontare il mio lavoro in modo eclettico a 360 gradi e questo obiettivo continuo a perseguirlo percorrendo il pensiero, le teorie e le ricerche della scuola junghiana, della quale faccio parte dal 2012, ma avvalendomi, laddove necessario, anche degli insegnamenti di altri precursori della psicologia, della filosofia e delle neuroscienze.

Sempre nel 2012 ho ottenuto la qualifica di esperto in Training Autogeno grazie ad un corso master  frequentato con l’ E.C.A.A.T. (european committee for the analytically advanced autogenic training), tecnica che ritengo utile per svariati disturbi psico-somatici e di spettro ansioso.
Nel 2014 e 2015, un master in Psico-Sessuologia Clinica  presso il S.I.S.Me.R di Bologna.
Nel 2016 mi specializzo con lode in Psicoterapia Analitica.




IL MIO METODO: PSICOTERAPIA CREATIVA

Dal 2011 ad oggi unisco la mia passione per l’ARTE e la CREATIVITA' (nello specifico pittura e poesia) alla psicologia ed alla psicoterapia analitica, delineando e perfezionando un metodo personale, oggetto di una mia continua ricerca: l'ESPRESSIONE CREATIVA DI SE'. 
Con tale metodo, l'intenzione è stimolare, nel paziente, la comunicazione tra i due emisferi cerebrali: il sinistro, razionale deputato al linguaggio e alle operazioni logiche, con il destro, dispensatore di emozioni e creatività. Dalla collaborazione dei due emisferi è possibile lavorare sulla totalità della persona, che in tal modo diventa sempre più consapevole, attraverso una nuova narrazione di Sé che non è un semplice e freddo racconto della propria storia, bensì un calarsi nelle parti più sconosciute ma non per questo inesistenti del proprio essere, attingendo anche dalle proprie fantasie, sogni ed immaginazione. Il metodo dell'espressione creativa, che accompagna il mio lavoro come strumento ausiliario ai metodi scientifici della psicologia e della psicoterapia, è un valido ed efficiente ausilio con cui mi approccio (e faccio approcciare) sia in ambito didattico che clinico e terapeutico. Nel setting clinico, il paziente ha a disposizione un modo ulteriore per esprimersi, dove le parole e i pensieri possono accompagnare le immagini. In qualità di terapeuta dinamico, posso così effettuare un’analisi degli stati interiori della persona che crea e che esprime se stessa nella propria essenza, andando ad indagare altre aree della sfera di vita del paziente, altrimenti difficilmente raggiungibili. Allo stesso tempo il paziente si riconoscerà per quello che realmente è, ovviamente adeguatamente guidato in un percorso terapeutico.

Nel Novembre del 2014 ho curato ed inaugurato la mia prima mostra personale di quadri e poesie dal titolo “Immagine e Parola nel percorso individuativo e creativo”, presentando al contempo il libro “Là dove.. il tempo e lo spazio ci aspettano”, introducendo l’esposizione con un seminario itinerante sul percorso parallelo e sincronistico dei dipinti e delle poesie, spiegando gli aspetti simbolici e sottolineando l’importanza evolutiva dell’atteggiamento creativo. 
Nell'ottobre 2016 partecipo alla mostra collettiva Romagna e dintorni, una rassegna di opere di artisti dell'Emilia Romagna, e nello stesso mese tengo la conferenza Dalla Psicologia junghiana alla Psicoterapia creativa, presso il chiostro del Duomo di Massa, allestendo una mostra temporanea dei miei quadri. 
A febbraio 2017 sono relatore al congresso mondiale Creative processes in psychotherapy and psychiatry a Firenze, dal quale segue una pubblicazione internazionale sul Dynamic Psychiatry journal ed una nazionale con Aracne editrice.



Nessun commento:

Posta un commento